About MediationTraining of MediatorsRegional MediationCourts Mediation in RussiaAbout Mediation Resource Center

About Mediation Resource Center

About Mediation

Training of Mediators

Regional Mediation

Mediation in CIS Countries

Cooperation Agreement between Russian CCI and SIMED (Italy)

ACCORDO
sulla cooperazione nel campo della mediazione
tra la Camera di Commercio e d'Industria della Federazione Russa
e
la Società Italiana per la mediazione delle controversie (SIMED)


 
La Camera di Commercio e d'Industria della Federazione Russa e la Società Italiana per la mediazione delle controversie (SIMED), in seguito dette «Parti»,

prendendo atto del ruolo che le relazioni commerciali svolgono tra gli ambienti d’affari della Federazione Russa e della Repubblica Italiana, nonché degli investimenti privati internazionali nello sviluppo economico di questi paesi,

considerato che nelle relazioni d’investimento tra le istituzioni e gli imprenditori della Repubblica Italiana e la Federazione Russa saltuariamente possono sorgere controversie e divergenze,

essendo convinti che in molti casi le controversie commerciali internazionali, che vengono esaminate di Tribunali statali della Federazione Russa e della Repubblica Italiana, potrebbero essere risolte in modo più efficiente con l’aiuto dei metodi alternativi di soluzione delle controversie tra cui un posto particolare spetta alla mediazione,
riconoscendo utile la mediazione, la cui applicazione è ammessa dagli accordi internazionali e dalle legislazioni nazionali della Federazione Russa e della Repubblica Italiana,

constatando che le istituzioni e gli imprenditori della Federazione Russa e della Repubblica Italiana possono prevedere un simile meccanismo di soluzione delle controversie nei contratti o successivi accordi tra di loro,

desiderando avviare e sviluppare le relazioni d’affari tra la Federazione Russa e la Repubblica Italiana nel campo della mediazione,

hanno convenuto su quanto segue:

Articolo 1

Le Parti provvederanno a svolgere la cooperazione per una più ampia diffusione della mediazione come mezzo di soluzione delle controversie derivanti dagli accordi commerciali e d’investimento internazionali.

Le Parti, nei limiti della loro competenza, provvederanno ad informare gli organi di potere nazionali, tra cui i Tribunali, uffici diplomatici e consolari, nonché le rappresentanze commerciali, associazioni degli avvocati, imprenditori italiani che svolgono la loro attività sul territorio della Federazione Russa, e gli imprenditori russi attivi sul territorio della Repubblica Italiana, sui vantaggi derivanti dalla definizione contrattuale degli accordi commerciali e d’investimento internazionali attraverso la mediazione, sugli istituti di soluzione delle controversie, funzionanti presso ognuna delle Parti (di seguito Istituti), nonché sulla loro attività congiunta e l’attività congiunta degli Istituti.

Le Parti si sono accordate di svolgere seminari e convegni congiunti sui problemi della mediazione per i partecipanti russi ed italiani all’attività economica connessa con l’estero, di invitare rappresentanti di ognuna delle Parti a partecipare alle manifestazioni analoghe organizzate da ognuna delle Parti.

Articolo 2

Le Parti provvederanno a fornire, l’una all’altra, la propria collaborazione per la scelta di soggetti, in possesso di idonea qualifica ed esperienza,  da includere nelle liste dei mediatori dei relativi istituti. Codesti  soggetti pure provvederanno a prestare la propria collaborazione agli imprenditori ed istituzioni interessati ad applicare una procedura conciliativa con la partecipazione del mediatore, nonché per la scelta di tali soggetti.

Articolo 3

Le Parti provvederanno ad informarsi sulla legislazione dei loro paesi nel campo della mediazione, a comunicarsi dei cambiamenti avvenuti nella disciplina legale della mediazione relativamente nella Federazione Russa e nella Repubblica Italiana.

In tale contesto la Camera di Commercio e d’Industria della Russia provvederà a fornire alla SIMED l’informazione in suo possesso sullo sviluppo della mediazione nei paesi della Comunità di Stati Indipendenti, mentre la SIMED  provvederà a fornire alla Camera di Commercio e d’Industria della Russia l’informazione in suo possesso sullo sviluppo della mediazione nei paesi dell’Unione Europea.

Le Parti hanno convenuto anche di scambiarsi  i dati in loro possesso sulla prassi degli istituti e i dati statistici, di inviare l’una all’altra, dietro richiesta altri materiali normativi e metodici e pubblicazioni nel campo della mediazione.

Articolo 4

Le Parti si sono accordate di svolgere attività per lo scambio reciproco dell’esperienza di lavoro, di inviare periodicamente rappresentanti di ognuna delle Parti nei relativi istituti funzionanti presso l’altra Parte, per studiare le caratteristiche specifiche del loro lavoro.

Le Parti provvederanno anche a compiere gli sforzi congiunti per lo studio da parte dei mediatori e il loro aggiornamento professionale.

Gli Istituti funzionanti presso le Parti possono concordare autonomamente i concreti meccanismi di interazione in questa sfera.

Articolo 5

Il presente Accordo si rende operativo dalla data di sua sottoscrizione e sarà valido fino alla scadenza di 6 mesi dal giorno in cui una delle Parti avrà dichiarato in forma scritta la sua intenzione di cessare il presente Accordo. Fatto a Mosca «_24_» ottobre 2007 in due esemplari, ciascuno in lingua russa ed italiano, entrambi aventi identico valore.

 


Printable version

Announces & News

25 november 2012

Mediation and Settlement as Key Elements of the WTO Dispute Resolution System - An article by Dmitry Davydenko and Alexandra Khizunova published in AEB BUSINESS QUARTERLY, 2012

Read more
© 2011-2013. Mediation Resource Center